In Elogio delle Festività Invernali e Pollo al Melograno alla Persiana

Festive Chicken Pomegranate | Pollo al Melograno per le Feste | Lab Noon “Cio che ti ferisce, ti beatifica. Il buio è la tua candela.”
-Rumi

 La luce, il Buio e le Festività d’Inverno

Le giornate sono diventate più corte e le ore del buio sono diventate più lunghe. Il vento è più freddo e pungente. La luce del mattino arriva tardi e dura per poche ore. Questo è il percorso della Terra negli stagioni, è l’alchimia di Madre Natura. Noi corriamo con il frenetico lavora-compra-lavora-compra ritmo natalizio come se non succedesse niente, ma ci sbagliamo. Abbiamo risieduto nelle giornate sempre più buie dall’inizio dell’estate e in questi giorni, il 21 dicembre per essere precisi, la notte sarà quella più lunga dell’anno. E come succede spesso nella via, dopo il periodo più lungo del buio, nasce la luce. Incomincia ufficialmente l’inverno ma giorno dopo giorno, le ore della luce allungano secondo per secondo, fino al primo giorno dell’estate. Il ciclo eterno della vita e la morte, la luce e il buio. La danza della Terra con il Sole.Festive Chicken Pomegranate | Pollo al Melograno per le Feste | Lab Noon Il solstizio d’inverno è stata una festa antica in tante culture pagane e ha influenzato molte celebrazioni invernali durante il tempo. È il giorno della nascita della Luce, Mehr o Mitra, il dio zoroastriano della luce. In Iran, è stato festeggiato da migliaia di anni in una festa chiamata Yalda, la notte più lunga dell’anno. Durante questa notte gli amici e parenti si raggiungevano intorno ad un tavolo, portavano la frutta fresca e secca che avevano messo a parte dalla raccolta, accendevano le candele e leggevano poesie e raccontavano le storie per scacciare il demone (il buio) e dare il benvenuto alla luce del giorno nuovo. Tante festività invernali si sono ispirati da questa battaglia tra la luce e il buoio. Mitra del culto romano e Sol Invictus (Il Sole Invitto) sono entrambi nati il 25 dicembre, lo stesso giorno che celebrava anche Dies Natalis Solis Invicti, la festivita dell’antica Roma in adorazione del sole. Anche Chanukkah, la festività ebraica conosciuta anche come Festa delle Luci o Festa dei Lumi è festeggiata in questo periodo. E non ultimo, anche la festività invernale più conosciuta, il Natale è festeggiato il 25 dicembre. 

Tutte queste celebrazioni invernali, per quanto possono sembrare distanti e differenti tra di loro, sono state ispirate dalla nascita (natività?) della nuova luce e successivamente si sono influenzate a vicenda. Io sono profondamente affascinata da questi similitudini e le radici comune dei costumi antichi del mondo. La razza umana è riuscita a interpretare fantasiosamente i cambiamenti incessanti e costanti della natura dalle quali derivano delle magnifiche celebrazioni locali e globali.
Come vi ho già detto, io sono cresciuta con Natale. Invece sono cresciuta con Yalda. Il festeggiamento di Yalda nell’Iran moderno non è molto complicato. Gli elementi essenziali sono la frutta fresca e quella secca. La ciotola della frutta secca or Ajil è fatta da pistacchi, mandorle, noci e nocciole non salate, uva secca, e albicocche e/o pesche secche. Nella frutta fresca non può assolutamente mancare il melograno (che simboleggia la luce!) e non-chiedetemi-perché, l’anguria! Non ho nessuna idea come questa frutta estiva è finita nella tradizione invernale (si dice che la gente se la conservava nelle cantine freschissime fino all’inverno), so solo che in questo periodo Iran è pieno di melograni e angurie.Festive Chicken Pomegranate | Pollo al Melograno per le Feste | Lab Noon Per la tradizione gli amici e parenti si siedono intorno a Korsi (un tavolino basso con una stufa sotto, ricoperto da un’enorme coperta) e ci mettevano la frutta e i dolci. Leggevano le poesie e raccontavano storie per passare questa lunga notte assieme. (Per questo motivo e nell’occasione della mostra Unedited History, Iran 1960 – 2014 al MAXXI di Roma, il 20 e 21 di dicembre ho fatto un laboratorio di raccontare storie per i bambini ed è stato un successone! La mostra dura fino ad 29 marzo. Se capitate a Roma non ve la perdete!)

Il Cibo e le Ricette dei Food Blogger Persiani per Yalda

Siccome Yalda è una festa molto importante in Iran (e tanti altri paesi nell’Asia centrale) ma è poca conosciuta nel resto del mondo, abbiamo fatto una raccolta di ricette ispirate da questa festa insieme ad alcuni food blogger iraniani (come avevamo fatto anche per Mehregan) . Potete trovare queste fantastiche ricette (in inglese) nel fondo del post originale. Sicuramente potete trovare qualche ispirazione per le feste. 
Non sorprendentemente in tante di queste ricette si trovano sia il melograno che la frutta secca, essendo proprio questi alimenti i protagonisti di questa festa. Invece della nostra solita melassa di melograno, che in versione commerciale spesso contiene tanti conservanti e agenti chimici, ho usato il succo di melograno 100% naturale (vale la pena cercarlo), con un paio di cucchiai di zucchero e un pizzico di sale. 

Festive Chicken Pomegranate | Pollo al Melograno alla Persiana | Lab Noon
Festive Chicken Pomegranate | Pollo al Melograno alla Persiana | Lab Noon

Per la frutta secca invece ho scelto i pistacchi e le mandorle sgusciati e non salati di Ventura. In Iran noi vantiamo della nostra frutta secca eccezionale (sopratutto i pistacchi) e la usiamo in tanti piatti sia dolci che salati. Perciò ci tenevo di usare un prodotto di ottima qualità per questa ricetta, e sinceramente sono molto soddisfatta dei prodotti di Ventura.Festive Chicken Pomegranate | Pollo al Melograno alla Persiana | Lab NoonQuesta ricetta di pollo al melograno è semplice, sana (ma non leggerissima, essendo nel periodo festivo) e sicuramente piacerà anche ai vostri ospiti. La salse è agrodolce fino al punto giusto e i chicchi di melograno le danno una gradevole freschezza. La pelle del pollo è croccante mentre dentro è morbido e succoso, e tutto è avvolto in una magica aroma dello zafferano. Non per l’ultimo, il texture e la ricchezza creata dalle mandorle e i pistacchi tagliati grossolanamente, trasformano questo pollo al melograno a un vero piatto festivo. Sarebbe ottimo servito con il riso cotto al vapore alla persiana, ma non è necessaria. Noi l’abbiamo mangiato con il mio pane fatto a casa con il lievito madre ed era squisito.  Continue reading

Calamari e Lenticchie al Profumo di Arancio e Aneto

Calamari e Lenticchie | Squids on Lentil Soup | Lab Noon #LabNoonXmasIn questi pochi anni che preparo dei piatti per la Vigilia e il pranzo di Natale, è stato veramente raro che abbia fatto tutti i piatti classici della tavola natalizia italiana. Come ho già detto, non sono cresciuta festeggiando Natale ed è una cosa che ho imparato ad apprezzare e celebrare qui a Roma negli ultimi anni. Sono stata sempre curiosa (e golosa) di sedermi a una tavola classica italiana e gustarmi tortellini in brodo, (andando un po più verso nord) l’anatra al forno e le lasagne alla bolognese. Il nostro tavolo di Natale però ha sempre avuto colori e profumi dalle terre lontane da Roma, ma vicine ai nostri cuori. Io, dall’Iran porto il calore e il profumo dello zafferano e della rosa, il melograno e pilaf colorati; (l’anno scorso per il pranzo di natale ho preparato Fesenjan, il sugo persiano a base di noci e il concentrato di melograno con il pollo, da mangiare con il riso Basmati allo zafferano, cotto al vapore. Una classica delizia iraniana dai giorni di festa. Due anni prima, ho fatto il riso gioiellato; Con i pistacchi, le mandorle, le arance candite e il ribes, con il pollo allo zafferano. Un’altra volta per la vigilia mi sono messa alla prova con la trota ripiena alla persiana con tante erbe, ribes e noci.) Calamari e Lenticchie | Squids on Lentil Soup | Lab Noon #LabNoonXmasLa mamma di lui invece è finlandese. Perciò nei nostri natali assieme è sempre presente lo spirito scandinavo. Sarà perché sono molto più vicini a terra nativa di Babo Natale (residente in Lapponia, Finlandia!), ma natale nordica per me quello più sofisticato e affascinante. Lei che è bravissima in cucina e ha una sua naturalezza rassicurante, ci prepara le delizie nordiche; I biscottini speziati con lo zenzero e la cannella, la torta con i datteri e il caffè (che intendo farmi dare la ricetta e magari condividerla anche con voi), il salmone con cipolla, patate e panna e tante altre cose. 

Calamari e Lenticchie | Squids on Lentil Soup | Lab Noon #LabNoonXmas
Calamari e Lenticchie | Squids on Lentil Soup | Lab Noon #LabNoonXmas

Anche quest’anno io porterò a tavola del pranzo di natale i sapori e profumi persiani (ne parleremo più avanti). Per la cena della Vigilia sicuramente uno dei piatti sarà questo di calamari e lenticchie. Io in generale non ho molta esperienza in cucina con il pesce. Da piccola (vale a dire fino 22-23 anni) lo odiavo. Diciamo che la cucina del mare fa parte di quella lunga lista delle cose che ho cominciato ad apprezzare vivendo in Italia. È per questo che ho sempre un piccolo timore quando si tratta si sbizzarrirmi con il pesce. Di questa ricetta però sono particolarmente fiera.

Calamari e Lenticchie | Squids on Lentil Soup | Lab Noon #LabNoonXmas
Calamari e Lenticchie | Squids on Lentil Soup | Lab Noon #LabNoonXmas

È stata una combinazione insolita per me, a cui non avrei mai pensato se non fosse per il cooking contest “Cucina per Chef Pierangelini”. I calamari e le lenticchie sono gli ingrediente di questo prova. All’inizio mi sembrava improbabile ma alle fine mi è venuta con facilità. È una ricetta facile e nello stesso tempo raffinato. Il gusto è deciso ma anche molto delicato. Sopratutto è molto facile da preparare e fa anche bella figura. Continue reading