Un Dolce di Zucca alla Persiana, Confini che Svaniscono e il Viaggio In Iran

persian pumpkin dessert-8

I. A Proposito di Casa e i Confini

Ho sempre delle emozioni contrastanti quando viaggio in Iran. Quando sto per partire, nel momento che sono appena arrivata, nel bel mezzo del viaggio e quando rientro a Roma, provo sempre dei sentimenti differenti e molto intensi. Nonostante gli anni che sono passati da quando ho lasciato il mio paese, —otto, per essere precisi— ogni volta fallisco al tentativo in vano di mantenere una sorta di neutralità. È quella parola semplicissima, con il suo suono accattivante che genera tutta questa confusione. Casa. Più passa il tempo, più sono convinta che ormai non posso più attribuire quella parola ad un posto fisico. Ma ad una sensazione sì, come ho detto anche tanto tempo fa.

persian pumpkin dessert-4
#BeautifulIran Visit Iran Pt.1 | Lab Noon by Saghar Setareh-39

Credo fermamente che in futuro la nostra epoca sarà ricordata come l’era in qui i confini cominciarono a sparire. Quei confini non sono solo quelle linee immaginarie che decidono anche la quota della miseria e del benessere delle persone. I confini tra le nostre culture, le nostre vite, il nostro cibo stanno per svanire. E io sono cento percento al suo favore. Ogni volte che la gente sente le mie storie di cucinare e del supper club (presto ne parlerò di più!), solitamente la prima cosa che mi chiede è “fai la cucina iraniana o la cucina italiana?“. La mia risposta è sempre nessuno delle due. Da iraniana che da più di otto anni ormai vive in Italia, non posso mai etichettare la mia cucina come iraniana o italiana. Io sono stata contaminata – in miglior modo possibile – dalla cultura di un paese completamente diverso dal mio, che ha anche una delle migliore cucine del mondo. Ho ereditato anche una tradizione culinaria incredibilmente sofisticata e raffinata; Ed in mezzo, ho assaggiato il mondo! Ho conosciuto tante persone di vari paesi. “Chi se ne frega di quello è scritto sul tuo passaporto, o se ne hai uno o no. Mangiamo!”Mostrami quello che hai, lo vorrei provare tutto.

#BeautifulIran Visit Iran Pt.1 | Lab Noon by Saghar Setareh-23#BeautifulIran Visit Iran Pt.1 | Lab Noon by Saghar Setareh-50

#BeautifulIran Visit Iran Pt.1 | Lab Noon by Saghar Setareh-28
#BeautifulIran Visit Iran Pt.1 | Lab Noon by Saghar Setareh-59

In fondo, non siamo tanto diversi. E non solo per quanto riguarda il cibo (vi sorprendereste se sapeste quanto sono simili i gusti tra alcuni piatti persiani e italiani). Siamo tutti essere umani, alla fine dei conti le cose che ci fanno piacere o dispiacere sono le stesse. Da qualsiasi parte del mondo che veniamo, qualsiasi spezie che che usiamo nei nostri piatti, qualsiasi nome con cui si chiamo colui che preghiamo, ci fa piacere essere felici e al sicuro. Ci addolora sapere che la nostra famiglia possa essere in pericolo. Tutti aspiriamo a vivere una vita migliore. Vorreme mettere assiame dei pezzi della nostra vita per fare una prospettiva. Alcuni come me, sono molto più fortunati di altri. Io volevo attendere una conferenza per i food bloggers a Londra. Volevo imparare delle cose nuovo, in modo da migliorare questo blog, – e di consequenza migliorare anche la mia attività, e quindi anche la mia vita. Ma a causa di quelle linee immaginarie, i confini, non l’ho potuto fare. Nonostante il tempo, il denaro e l’energia che avevo speso per farlo accadere.

persian pumpkin dessert-2#BeautifulIran Visit Iran Pt.1 | Lab Noon by Saghar Setareh-27
Quelli che a differenza di noi, non hanno il privilegio di vivere in pace e sicurezza, spendono molto più tempo, soldi e energia, per provare ad aspirare a una vita migliore. Mettono le le loro proprio vite al rischio, solo per avere una mera possibilità. Possono determinare chi può e chi non può tentare ad aspirare ad una vita migliore, quelle linee immaginarie?

#BeautifulIran Visit Iran Pt.1 | Lab Noon by Saghar Setareh-37
#BeautifulIran Visit Iran Pt.1 | Lab Noon by Saghar Setareh-34

II. Le stagioni cambiano, interrottamente. Allora facciamo un dolce di zucca.

La natura é l’esempio perfetto per dimostrare che quanto in realtà siamo simili, nonostante i nostri nomi e documenti. Tutti gli essere umani festeggiano i cambiamenti della natura. Li possiamo interpretare In modi diversi, secondo alla nostra località geografica e la nostra storia, ma in fondo stiamo parlando della stessa cosa. persian pumpkin dessert-12  

Con l’arrivo di ottobre ci siamo cominciati ad immergere pienamente in modalità autunnale. Le giornate si sono accorciate e il vento è più freddo. Le coperte sono tornate sui divani e le zuppe sui fornelli. È il tempo del ritorno della cannella, la noce moscata, i chiodi di garofano e il cacao. Ormai anche l’ultima raccolta dell’anno è conclusa e ci si prepara per la stagione fredda. La frutta secca è sempre presente; noci e nocciole. E ovviamente anche la zucca; una presenza gloriosamente arancione. La delica, la violina e tutte le altre variazioni.

#BeautifulIran Visit Iran Pt.1 | Lab Noon by Saghar Setareh-16
#BeautifulIran Visit Iran Pt.1 | Lab Noon by Saghar Setareh-41

Nell’antica Iran, si celebrava Mehregan in questo periodo dell’anno; La festività del raccolto. Portavano tanta frutta di colore rosso e tanti legumi e si festeggiava in comunità. In questo periodo l’anno scorso ho avuto il piacere di unirmi ad un gruppo di food blogger iraniani per un round-up di ricette a tema di questa festività persiana. L’anno scorso, ho postato la ricetta per un perfetto incontro tra la cucina italiana e la cucina persiana, il risotto con le lenticchie. Quest’anno vi do una ricetta che è così semplice che può appartenere a qualsiasi posto. Nella versione inglese di questo post potete trovare l’elenco degli altri blogger iraniani che hanno condiviso le loro ricette persiane autunnali.

Mia mamma preparava questo dolce di zucca quando io andavo a scuola, —perch’è così semplice e sano che non conta come un raro sfizio. (E io lo odiavo! Perché sostanzialmente quando andavo a scuola odiavo tutte le verdure.) Continue reading

Una Profumata Torta di Ricotta per Festeggiare la Primavera e la Nomination per Saveur Blog Awards!

healthy Ricotta Cake | Torta di Ricotta senza burro | Lab Noon

1. I 30 mi piacciono & adoro questa primavera!

Tante cose sono successe in queste ultime settimane. Eventi importanti e realizzazioni personali e professionali. La primavera è scoppiata ormai da un po, e con lei, una leggera brezza di sollievo e soddisfazioni ha iniziato a soffiare nella mia vita. E poi… è successo.

L’avevo temuto, avevo cercato in vano di fuggirne, e mi ci ero ossessionata, ma quando finalmente ho fatto 30 anni, ho capito subito che in realtà i 30 mi piacevano. Mi sono anche accorta che ero più spaventata al compleanno precedente. Quel giorno (il mio ventinovesimo compleanno) io e mio amico Tommaso, stavamo facendo le mie foto che vedete qui a destra e qui per questo blog. Avevo paura di cominciare ad invecchiarmi senza aver costruito le fondazioni essenziali. Quest’anno però, nonostante varie difficoltà, ero semplicemente felice. Senza nessun bisogno di tanti aggettivi descrittivi per comunicare come mi sentivo. La mia festa del compleanno era un picnic molto casual in Villa Torlonia a Roma con pochi amici intimi, delle torte salate fatte con le verdure dell’orto casereccio di un amica in Sicilia, e un grande uovo di cioccolato per la Pasqua. Era una bellissima giornata e ce la siamo goduti sdraiati sulla erba fresca di primavera, mangiando, bevendo e chiacchierando, con il sole che ci bacava la pelle.

healthy Ricotta Cake | Torta di Ricotta senza burro | Lab Noon

Prima del compleanno però, c’era la discussione della mia tesi di laurea. Come avevo già menzionato, per il progetto della tesi per il biennio specialistico in Grafica & Fotografia nell’Accademia di Belle Arti di Roma, ho creato un cookbook con le mie ricette e fotografie, e ho disegnato ogni singolo dettaglio, dalla lettering all’impaginazione. Sono rimasta molto soddisfatta del progetto (nonostante la stanchezza immensa) ed i commenti positivissimi dei professori e non solo, mi hanno lasciato lusingata e ai momenti anche senza parole. Ora sono ancora più fiduciosa e sicura del percorso che ho deciso di percorre; Quello che abbraccia il buon cibo, la fotografia, il design editoriale e tanta determinazione. 

healthy Ricotta Cake | Torta di Ricotta senza burro | Lab Noon
healthy Ricotta Cake | Torta di Ricotta senza burro | Lab Noon

Presto condividerò più foto/info su questo prototipo del libro di cucina, ma nel frattempo vi lascio questa chicca: ci siete anche VOI nella parte dei ringraziamenti! Non potevo non ringraziarvi per leggermi e seguirmi, per i vostri like, i commenti e il sostegno che mi date. 

Parlando del vostro sostegno, se mi seguite su facebook e/o twitter, probabilmente sapete che Lab Noon è uno dei blog finalisti nella 6° edizione di SAVEUR Blog Awards, premio internazionale e pregiatissimo nel mondo di food blogging. Tra più di 50’000 segnalazioni, Lab Noon è uno dei primi 6 candidati nella sua categoria. Questo era un mero sogno quando avevo appena iniziato questo blog, e grazie alla redazione di Saveur, i vincitori precedenti (sempre tra la redazione) e soprattutto, grazie a voi che avete nominato questo blog, questo sogno si è avverato appena nel primo anno della vita di Lab Noon. Un’altra ragione per lavorare di più e spingere questo piccolo blog e i progetti affiliati più avanti. 

Lab Noon è tra i finalisti nella categoria di “Best Special Interest” con altri 5 blog di talento e originalità. Questa è la cosa più bella di Saveur blog awards; conoscere tante persone fantastiche che stanno facendo delle cose bellissime. Per conoscerci meglio leggete le presentazioni dei nostri blog e le nostre biografie sul sito di Saveur Magazine.

Per votare per i vostri blog preferiti semplicemente cliccate qui (o sul badge di Saveur qui a nella barra laterale a destra). Per garantire la singolarità del voto serve registrarsi e effettuare l’accesso al sito di Saveur. Vi chiedo di sostenermi ancora e di votare Lab Noon. Mi raccomando, guardatevi i blog nelle diverse categorie. Sono sicura che rimarrete piacevolmente sorpresi dalle nuove scoperte meravigliose. Spargete la voce sui vostri canali social con il link saveur.com/blogawards e l’hashtag #‎SavBlogAwards‬.

healthy Ricotta Cake | Torta di Ricotta senza burro | Lab Noon

2. Festeggiamo con una leggera, soffice e profumata torta!

Non ho avuto una vera e proprio torta di compleanno quel giorno. Ma siccome era Pasqua, e come vi ho detto c’erano troppi ben motivi per festeggiare, ho fatto questa qualche giorno dopo. Pasqua, come tutte le altre feste in Italia (e non solo) significa tanto cibo pesante, cioccolate infinite e la colomba. E poi ci siamo noi, quelli che hanno appena finito di festeggiare Norouz —il capodanno persiano— con altre tanto cibo pesante, dolci, pasticcini e noccioline salate. 

Ecco, questa è invece una torta relativamente leggera e salutare. Non c’è burro e l’unico grasso nella ricetta sono i 4 cucchiai di olio extra vergine di oliva, oltre alla ricotta fresca di pecora, naturalmente. La ricotta rende questa torta incredibilmente morbida e anche un po compatta ma non troppo budinosa. (ho appena inventato una parola?!) La primavera è la stagione della mungitura delle pecore. Quindi se conoscete delle fattorie o allevamenti di pecore intorno a voi, chiedete per i latticini freschi di pecora che fanno tanto bene. Mi ricordo quando ero piccola intorno a maggio i negozi alimentari portavano lo yogurt fresco di pecora. Che delizia! Il supermercato sotto casa mia ha qualche prodotto delle aziende agricole locali compreso la ricotta fresca di pecora. Se non riuscite a trovare la ricotta di pecora, semplicemente sostituitela con la ricotta normale vaccina. 

healthy Ricotta Cake | Torta di Ricotta senza burro | Lab Noon
healthy Ricotta Cake | Torta di Ricotta senza burro | Lab Noon

Con la ricotta ho fatto anche la “glassa”, che non è altro che una crema al profumo di fiori d’arancia e un po dello sciroppo d’acero (dipende quanto dolce vi piace). Le città meridionali di Iran come Shiraz e Kerman sono famosi per i loro agrumi eccezionali. Il clima caldo e secco è essenziale per produrre gli agrumi profumati e di alta qualità. Proprio come l’Italia, dove le migliori arance crescono in Sicilia ed i miglior cedri e limoni in Campagna. Dobbiamo questa fragranza rinfrescante al sole del sud. Dicono che se ti fai una passeggiata nelle viuzze di Shiraz in questo periodo dell’anno, ti ubriachi dal profumo meraviglioso dei fiori d’arancia che hanno riempito la città.  Continue reading

Profumi, Ricordi e la Lemon Curd

Perfect Lemon Curd Recipe | La Ricetta della Crema al Limone | دستور کرم لیمویی by Lab Noon Secondo me cucinare in tanti modi è collegato alla nostra memoria. A volte noi cuciniamo per ricreare uno specifico momento, più che uno specifico gusto. Altre volte vogliamo ricreare un sapore che ricordiamo dalla nostra infanzia; il suono di masticare qualcosa di croccante, il sapore di qualcosa di acido che ci attorciglia la bocca, o la dolcezza vellutata di una delizia speciale. Riprodurre i sapori che abbiamo conservato nella nostra memoria a lungo termine ci fa sentire di nuovo come un bambino, eternamente giovane. In qualche modo funziona come un elisir di lunga vita. Con ogni morso il tempo perde il suo senso e gli anni si scompongono nell’aroma e la consistenza familiare, e all’improvviso hai vent’anni di meno, beh, almeno per qualche secondo.

Non tutte le volte quello che cuciniamo emerge dalle profondità dei nostri ricordi. Nel mio caso, c’è una curiosità che resta con me una volta che ho notato qualcosa particolarmente di buono. Naturalmente da appassionata dei food blog ne vedo tante di ricette. Certo, non me le ricordo tutte, ma dei pezzi loro rimangono nella mia mente e mi ritornano successivamente. È così che trovo le mie ispirazioni.
Perfect Lemon Curd Recipe | La Ricetta della Crema al Limone | دستور کرم لیمویی by Lab Noon

A proposito dei limoni, devo dire che me ne sono innamorata quando ho viaggiato alla costiera amalfitana circa due anni fa. La costiere amalfitana come sapete, è indubbiamente uno dei posti più belli del mondo, tanto è che l’Unesco l’ha nominata come un patrimonio dell’umanità. Si sa che la regione Campania e in particolare la costiera sono famose per i loro limoni, che sono abbondantemente più grandi degli altri limoni, hanno un profumo divino e un sapore incredibilmente favoloso. Dovete sapere che prima di questo evento, io non ero mai interessata ai limoni; cioè non avrei mai preso un gelato, una torta o qualsiasi dessert al limone. Ero molto di più un tipo da “tutto cioccolato”. Ma quell’incontro con i limoni ad Amalfi mi ha cambiata per sempre. Lì fanno i miracoli con i loro grandi e succosi limoni, dal Limoncello casereccio ai Tiramisù e gelati molte altre delizie al limone. Da quel momento sono curiosa e appassionata dei limoni. Ho imparato ad apprezzare il profumo meraviglioso e la freschezza che danno a quasi ogni piatto. Per non parlare della leggerezza; spesso i dessert al limone sono meno abbondanti di calorie e grassi di quelli al cioccolato per esempio, (sempre che non siano troppo abbondanti dello zucchero o la crema).
Perfect Lemon Curd Recipe | La Ricetta della Crema al Limone | دستور کرم لیمویی by Lab Noon Poi è successo che in una domenica molto noiosa ho trovato un vecchio libro di cucina sulle confetture di frutta. Alla prima vista il libro sembrava molto più interessante di quello che effettivamente era, ma mi ha comunque illuminato col fatto le confetture della frutta non sono solo le marmellate. (Forse vi sembra ovvio ma io non lo sapevo.) Ed era lì, in due pagine illustrate con i fogli verdi e decorazioni gialli da cucina, The Lemon Curd (crema al limone). Non avevo la minima idea di come sarebbe diventata la combinazione dei limoni e le uova (perché c’erano poche foto) ma l’idea mi era stuzzicata abbastanza. Non mi ricordo com’è andata il resto della giornata, mi auguro che non sia stata noiosa come prima.
A una persona della cultura anglosassone forse farebbe ridere tutta questa mia ignoranza e curiosità per le Curd. Ho scoperto che sono particolarmente diffuse nella Britannia; Sono state delle alternative alle marmellate dall’ottocento e vanno servite con il pane, le torte e gli scones (dei piccoli brioche), preferibilmente con il tè del pomeriggio. Potete immaginare la stupenda campagna inglese con i props vittoriani, un bel tè e il profumo fresco dei limoni?
Perfect Lemon Curd Recipe | La Ricetta della Crema al Limone | دستور کرم لیمویی by Lab Noon Ricapitolando, la curd è semplicemente una crema con il succo e la scorza della frutta, le uova e il burro. Alcuni usano solo il tuorlo dell’uovo, alcuni (come me) usano l’uovo intero. Secondo me usare solo il tuorlo fa la crema un po troppo pesante e le da un forte sapore troppo da zabaione, e certo un po di proteine dell’albume non ci farebbe del male.
Perfect Lemon Curd Recipe | La Ricetta della Crema al Limone | دستور کرم لیمویی by Lab Noon Nota importante: l’unico vero segreto per ottenere una buona crema al limone (o qualsiasi altra ricetta al limone) è usare limoni non trattati, possibilmente biologici. Questi limoni non hanno una apparenza perfetta, non sono lucidi e magari hanno anche le macchie. Se non sono così sappiate che avete dei limoni “finti”! Questi non hanno il gusto e il profumo che dovrebbero avere e molto spesso non sono nemmeno succosi, e sopratutto contengono delle sostanze chimiche nella scorza che non sono solo una compromessa sul gusto ma anche sulla salute. Continue reading